Dal passato al futuro: il foulard non perde un colpo!

La parola foulard proviene da “foulat”, che deriva a sua volta da “foular”, che significa “follare”, termine tecnico che indica un processo di lavorazione particolare per cui il tessuto viene reso più compatto e resistente. Il foulard ha fatto letteralmente la storia: tutti noi abbiamo in mente le dive del cinema degli anni ‘50 e ‘60 che sventolano un foulard quando salutavano i mariti o i fidanzati che partivano per la guerra, ma abbiamo anche in mente le nostre nonne che li indossavano intorno al viso e per proteggersi dal sole e dal vento. Insomma, il foulard è stato sicuramente il fedele compagno di tante donne del passato, ma oggi viene usato in modo diverso e sicuramente più chic.

Oggi il foulard viene scelto in tantissime stampe, colori e… forme! I più grandi stilisti del mondo ce lo propongono ogni anno in diverse tonalità, ed ogni volta viene accolto a braccia aperte da tutte le fashion addicted! Ovviamente il modo di portarlo è cambiato molto rispetto al passato, così come sono cambiate le stampe e i tessuti… insomma, chi l’avrebbe mai detto che un pezzo di stoffa potesse subire così tanti cambiamenti?

Tutte le varianti del pezzo di stoffa più glam di sempre: il foulard!

Anche i foulard donna seguono le mode: possiamo scegliere un foulard vintage, un foulard di seta o uno leggero di cotone, ma ci sono anche i modelli in viscosa e quelli di maglia o di panno… insomma, la scelta non manca davvero, e sarà diversa a seconda dei gusti personali e della stagione!

Un’altra variante molto glam di questi pezzi di stoffa è il foulard gioiello: che siano aggiunte in seguito o meno, le applicazioni luminose rendono qualsiasi foulard molto più femminile e sexy, soprattutto quando si tratta di uno a tinta unita! Se non sei convinta del modello che hai comprato e vuoi dargli una chance in più, una volta che lo hai annodato al collo puoi provare ad aggiungere collane o spille, in modo che possa avere nuova vita e che tu possa guardarlo con occhi diversi per tornare a metterlo volentieri!

La nostra collezione non segue le stagioni, quindi puoi comprare ogni foulard che vuoi in ogni periodo dell’anno! Da gennaio a dicembre, quando si parla di foulard noi non possiamo mai mancare all’appello! Non sarebbe bello possedere un paio di foulard firmati? Invece dei soliti modelli del mercato, anonimi e troppo visti, qui puoi scegliere tanti modelli con loghi e scritte dei brand alla moda, i più belli in circolazione!

Tra tutti quelli in vendita, sicuramente i più venduti sono i foulard Desigual, forse per il loro colore contagioso, forse per la qualità dei tessuti o, perchè no, anche semplicemente perchè vanno di moda! Al contrario di una sciarpa donna, il Desigual foulard può essere indossato in ogni periodo dell’anno, anche d’estate! D’estate, ad esempio, lo possiamo indossare nei luoghi in cui c’è l’aria condizionata ed abbiamo bisogno di ripararci dal freddo per non prenderci un bel raffreddore!

Non solo al collo e in testa: 3 modi alternativi per usare il foulard come accessorio

Le nostre nonne lo mettevano in testa e lo annodavano sotto al mento, ma si può indossare anche come una sorta di cappello e metterlo come fanno tutt’oggi le cartomanti, cioè annodato dietro alla nuca, poco prima del collo, magari scegliendo un modello lungo che abbia l’aletta che scende giù sulla spalla, proprio per dare l’effetto che vogliamo! In realtà, con un po’ di fantasia, possiamo indossarlo anche come una maglia, ma bisogna saperlo annodare bene! Infine, il foulard può essere messo al collo e diventare una vera e propria collana… non sarebbe perfetto?

Oltre a queste varianti, ci sono altri 3 modi per usare il foulard come accessorio senza metterlo né al collo, né in testa… quali? Per attirare l’attenzione su una borsa puoi annodarlo al manico di essa, ma attenzione ai volumi! Ovviamente il foulard non deve essere più grande della borsa, altrimenti la coprirà anzichè esaltarla. I modelli più adatti a questo scopo sono quelli neri di cotone, abbastanza resistenti e scuri, così che non possano sporcarsi facilmente quando appoggiamo la borsa sulle sedie o per terra!

Un altro modo per utilizzare il foulard è quello di metterlo al posto dell’elastico per capelli… idea geniale vero? Ovviamente in questo caso consigliamo i modelli più piccoli che riesci a trovare, e ti consigliamo di trovare un foulard seta o di cotone. Questo pezzo di stoffa può impreziosire una coda di cavallo bassa o alta, uno chignon o la base di una treccia! Insomma, le acconciature con cui usare un foulard al posto di un semplice elastico per capelli sono tantissime, devi solo trovare la tua preferita e… provare questo nuovo look! Per avere sempre il meglio dalle tue acconciature, noi ti consigliamo un foulard rosso con disegni bianchi, nuance che non passa mai di moda e che puoi indossare in tutte le occasioni!

L’ultimo modo alternativo per usare il foulard come accessorio è quello di sostituirlo alla cintura: mettilo tra i passanti dei jeans o sopra una maglia lunga ed annodalo sul davanti, proprio come se fosse una cintura! Ovviamente in questo caso devi comprare un modello lungo che possa coprire tutta l’ampiezza dei fianchi, quindi di almeno un metro e mezzo: un accessorio come questo può rendere molto più interessante anche il più semplice dei vestiti, soprattutto quelli lunghi estivi a tinta unita!